:: Agriculture ::
 

 

 

 

 

 

 

 

   
 
 
Concorso "Laura e Magdalena Gonzenbach"

                                                                                                                                                              

L'idea

Nell'ambito del progetto "La lingua e la cultura tedesca in Sicilia dall'Ottocento ad oggi" nel 2010 l'associazione ha bandito per la prima volta il concorso "Laura e Magdalena Gonzenbach" indirizzato a studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

L'ACIT in quell'occasione ha voluto con un fil rouge mettere in risalto il legame, attraverso il mondo della fiaba, tra la città di Messina e la lingua tedesca, grazie a Laura Gonzenbach, etnologa e alla sorella Magdalena, pedagogista.  

Laura e Magdalena Gonzenbach

Nata a Messina nella comunità svizzera di lingua tedesca e residente nella città peloritana nella seconda metà dell’Ottocento, Laura Gonzenbach raccoglie fiabe della tradizione orale in vernacolo e le invia, tradotte in tedesco per la pubblicazione,  alla casa editrice Engelmann di Lipsia, con il titolo di Sicilianische Märchen. Il manoscritto originale delle fiabe, in dialetto e/o nella traduzione tedesca, andrà smarrito per gli eventi del terremoto messinese del 1908 e, solo nell’anno 1999, la professoressa Luisa Rubini, insieme allo scrittore Vincenzo Consolo, ne curerà la traduzione con il titolo Fiabe siciliane che verrà pubblicata dall’editore Donzelli di Roma nel 1999. 

La sorella Magdalena, pedagogista con importanti contatti europei, fonda a Messina nel 1874 l’Istituto Gonzenbach, una delle strutture educative private femminili più prestigiose della Sicilia.

Il concorso

L'associazione ha bandito finora cinque edizioni del concorso con diversi obiettivi a seconda del progetto di cui ne faceva parte. Nel 2010 lo scopo era di indirizzare gli studenti alla scoperta della tradizione nei Paesi di lingua tedesca ed in Sicilia attraverso  la fiaba, con l'obiettivo di prepararli a riconoscere le diversità culturali quali strumento di mediazione. Nel 2011 all'interno di Sicilia-Germania-Sicilia. Va bene?¡ esso era ispirato al tema della percezione che i giovani siciliani hanno del mondo tedesco. La terza edizione rientrava nel progetto Volksgut: patrimonio popolare che celebrava l'anniversario dei 200 anni dalla pubblicazione delle Fiabe dei fratelli Grimm, pertanto lo scopo era di far  attualizzare la fiaba quale strumento di mediazione interculturale. Nel 2013, Anno europeo del Cittadino,   l'ACIT Messina ha voluto indirizzare gli studenti a sviluppare il senso di appartenenza dei giovani cittadini europei. L'ultima edizione ha avuto come fine quello di sensibilizzare gli studenti alla consapevolezza dell’esercizio e della condivisione dei diritti umani sotto ogni sfaccettatura facendo riferimento agli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

I^ edizione 2010 Dalla Fiaba all'Immagine

II^ edizione 2011 Germania e Sicilia nell'immaginario dei giovani

III^ edizione 2012 Dalle fiabe dei Grimm alla fiabe interculturale

IV^ edizione 2013 Gioventù in Europa: alla scoperta delle affinità

V^ edizione 2014 Una voce per i Diritti Umani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   
   
 
 
Condizioni d'Uso | Dichiarazione per la Privacy Copyright (c) 2013 EgoIpsem